ordine e disciplinanti!

Per una foto di prodotti disciplinanti per capelli commissionata da Vanity Fair sono partito dal fondo (quasi) bianco che mi viene richiesto da un po’ di tempo per poi approdare a una seconda versione dove ho dovuto inserire i prodotti (ri-fotografati) in un altra immagine fornita dalla redazione. Il motivo è stato la foto introduttiva del servizio – qui sotto – nella quale la modella aveva dei serpenti come capelli (Ph. Filippo Fortis, illustrazione Patrizia Calegari).

La difficoltà maggiore è stata posizionare i prodotti in modo che combaciassero con la posizione delle spire del serpente per far sì che il tutto fosse il più possibile realistico. Ho usato quindi la foto del Lampropeltis Triangulum Campbelli, fornita dalla redazione, come lay-out nel programma di acquisizione immagini del mio dorso LEAF (su MacBook Pro). Poi, si è trattato di riprodurre lo stesso schema di illuminazione del rettile e darci di post-produzione.

Ma la genesi di un servizio editoriale può essere difficile (le redazioni hanno le loro ragioni e i tempi di (c)reazione in un settimanale sono hectic) . Poco ore prima che consegnassi il file post-prodotto sono stato avvertito di fermare le macchine perchè la redazione aveva deciso diversamente. Qui il risultato:

Advertisements

About this entry