dear copyright advocates

Dear Copyright Advocates,

The Obama Administration is asking to hear from YOU, the creative backbone of our country, about how intellectual property infringement affects YOUR livelihood. The Administration is also seeking advice on what the government could be doing to better protect the rights of artists and creators in our country. HERE’S A CHANCE FOR YOU TO BE HEARD!” [ … ]

Questa è l’introduzione di un documento della Copyright Alliance americana con cui si avverte i creativi che l’amministrazione Obama vuole sapere in che modo la violazione del Copyright influenza il proprio sostentamento. Non solo: si chiede anche l’opinione dei creativi affinchè il Governo possa agire in modo da proteggere meglio i diritti degli artisti e dei creativi in generale.

Non è un altro pianeta, anche se verrebbe da pensarlo, visto che il nostro Paese non sembra far parte di questo mondo (almeno di quello occidentale).

In un periodo storico-economico nel quale si parla giustamente (spesso, però, si straparla) di condivisione è certamente una buona notizia per chi crede che l’attenzione di un governo per una parte importante dei propri cittadini sia un buon esempio dal quale partire. Ne approfitto per segnalare questo post dove si parla di alcuni Principi del Copyright e dove – indirettamente – si risponde al quesito: perchè un artista/scrittore/fotografo ecc., dovrebbe continuare a produrre opere se non viene remunerato correttamente per questo ?

Grazie a Leslie Burns

Advertisements

About this entry